Firenze. Il turismo consuma il diritto alla casa

6 Risposte

  1. Gino ha detto:

    Sono un residente dell’oltrarno. La mia famiglia ha un piccolo appartamento che affittiamo di anno in anno ad una agenzia che poi subaffitta a studenti stranieri. La pressione fiscale – conti alla mano – è del 60%, nel senso che di 10.000 euro che prendiamo, 6.000 se li dividono lo stato (IRPEF), il comune (IMU e TARI) e l’agenzia delle entrate (per il contratto). Se al Comune interessasse preservare un tessuto sociale con cittadini residenti o non residenti lavoratori, basterebbero delle agevolazioni con i fondi che prende dalla tassazione dei turisti. Perché la mia famiglia dovrebbe rimetterci di tasca sua quando il comune in primis approfitta della tassa di soggiorno senza usarla per riequilibrare i dissesti sociali che subisce la città (e che il comune stesso promuove invece di combattere)?

  2. giovanna sesti ha detto:

    un tema che questo comporta e avvalora quanto detto e’ anche il tema del trasporto pubblico. Mentre i bus rossi a doppio piano ingombranti rumorosi etc..passano dalle vie del centro storico lambendo la zona pedonale, vengono spostate sui viali le linee dei servizi pubblici, come la linea 36 e 37 che non passa piu’ dal centro…..mi vengono in mente le navi crociere a Venezia .

  3. giovanna sesti ha detto:

    Si la svendita al mero denaro del turista, e la citta’ sempre piu’ lontana per i suoi cittadini.
    A due passi dalla zona pedonale passano , come a Venezia le grandi navi crociere, gli autobus rossi dei turisti, per loro si potano gli alberi si spostano le linee locali degli autobus.
    La linea 36/37 infatti per non intralciare il traffico nel centro non porta piu’ i suoi cittadini nel cuore della citta’ solo i bus rossi

  1. 4 Giugno 2018

    […] Dieci milioni di presenze hanno peso notevole nel mercato immobiliare. L’affitto turistico in civile abitazione è salito vertiginosamente: 1.800.000 le presenze in B&B nell’anno passato; si stima una crescita media annua dell’8,5% dal 2000[4]. […]

  2. 4 Giugno 2018

    […] Firenze. Il turismo consuma il diritto alla casa http://www.perunaltracitta.org/2018/04/17/firenze-il-turismo-consuma-il-diritto-alla-casa/ […]

  3. 21 Gennaio 2019

    […] chi consuma, o in quella di chi produce. Ma questa non è certo una contraddizione. Come ci ricorda Ilaria Agostini, questa popolazione è l’ideale per la città neo-liberista, ha poche rivendicazioni e non chiede […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *