Sorteggio elettorale, può servire a destituire il potere costituito?

Una risposta

  1. Avatar Stefano Arturo Priolo ha detto:

    Ho qualche esperienza di partecipazione diretta alla vita istituzionale e sociale dell’amata Italia e trovo che l’intelligente e pertinente “provocazione” del dr. U.P.P.P. dovrebbe far riflettere chi guida il sistema democratico, un sistema che in altri tempi è stato abbastanza partecipato ed affidato alla elevata, sicuramente maggioritaria partecipazione, dei cittadini. Se ci fosse un po più di amore sincero verso la “democrazia – governo di popolo”, in un tempo che, invece, è chiaramente caratterizzato da crescente frammentazione del consenso e da “derive oligarchiche e clientelari”, il sorteggio, senza diventare il toccasana di tutti i mali, potrebbe veramente essere l’ausilio giusto capace di dare maggiore senso e valore al sistema democratico, in evidente ma non dichiarata difficoltà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *