Via dei Conciatori 4 rosso, una storia di sinistra. Guarda il documentario integrale

Stampa l'articolo

Nel video, proiettato in anteprima allo Spazio InKiostro il 4 ottobre, si ricostruisce un’esperienza che attraversa 30 anni di storia del popolare quartiere di Santa Croce a Firenze. 
 
Via dei Conciatori 4 rosso è stato uno spazio sociale autogestito che ha consegnato alla città un patrimonio di esperienze politiche, sociali e civili solidali e innovative, esempi di collaborazione e di sostegno, tentativi di risposta e resistenza alle molte storture ed alle disuguaglianze strutturali di una società basata su un sistema di sviluppo autodistruttivo e predatorio verso le classi subalterne.
 
Rivalutando quanto di buono è stato costruito negli anni, riprendendo il filo di una memoria che dovrebbe essere sempre viva, si possono raccogliere gli elementi necessari alla costruzione di un blocco sociale contemporaneo antagonista e realmente di “sinistra”.
 
Guardiamolo e facciamolo conoscere a chi quella esperienza ha vissuto e anche a chi ancora non c’era.

 

Stampa l'articolo

Also published on Medium.

The following two tabs change content below.

Alessandro De Angeli

Alessandro De Angeli è nato nel 1962 a Firenze. Da sempre interessato dalle questioni che riguardano il welfare, le nuove povertà e la precarietà prodotte dal sistema di sviluppo imperante, nel 1994 è tra i fondatori del giornale di strada dei senza dimora Fuori Binario, di cui è direttore responsabile fino al 2001. Impegnato professionalmente dal 1992 al 2004 nella cooperazione sociale, dal 2005 si occupa di servizi al lavoro presso i servizi istituzionali al lavoro, con particolare competenza per le fasce deboli, le categorie protette e le condizioni di svantaggio sociale.

Crede fermamente nell'inchiesta sociale e nella controinformazione come mezzi necessari ed indispensabili per contribuire al cambiamento.

Una risposta

  1. giovanni ha detto:

    Belle emozioni, belle persone. Grazie Ale … cazzo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *