Spine nel fianco al governo omofobo: il 10 novembre in Piazza della Calza a Firenze

Stampa l'articolo

Il 10 novembre in tutta Italia – a Firenze alle 14.30 in Piazza della Calza – le donne si organizzano e scendono in piazza per contestare il senatore leghista Simone Pillon e il suo disegno di legge. Anche noi abbiamo deciso di prendere parola. Per l’ennesima volta questo governo ribadisce la sua presa di posizione sessista nei confronti dei diritti della donna. A noi tutto questo non va bene.

Non accettiamo che questo decreto favorisca i padri anche se violenti, né che scoraggi il diritto alla separazione, facendo venir meno la possibilità dell’assegnazione della casa e dell’assegno di mantenimento, misure che mettono in difficoltà il coniuge meno abbiente, molto spesso la donna non autonoma economicamente. Ma non è tutto. Il nostro senatore, organizzatore fra le altre cose del Family Day, dichiara anche che se ne avesse la possibilità offrirebbe ingentissime somme di denaro alle donne per convincerle a non interrompere la gravidanza. L’ennesimo uomo che ci nega la possibilità di scegliere, che pretende di parlare sui nostri corpi.

Inoltre il senatore Pillon fa parte della Lega, lo stesso partito che per bocca del suo leader Matteo Salvini ha espresso più e più volte il suo sostegno a Jair Bolsonaro, neo presidente del Brasile, noto ormai per le sue affermazioni apertamente sessiste e omofobe. Le sue non sono le uniche dichiarazioni aberranti che ogni giorno dobbiamo sentire, tramite giornali e mezzi di informazione che non mancano mai di dubitare della parola delle donne. Tutto questo è una continua violenza sui nostri corpi. Tutto questo non lo possiamo più accettare. 

*Collettivo femminista Spine nel Fianco

Pagina Facebook

 

Stampa l'articolo
The following two tabs change content below.
Collettivo Spine nel fianco
Consapevoli della nostra posizione di donne studentesse è arrivato il momento di liberarci. Liberarci da chi ci impone cosa fare del nostro corpo, della nostra intelligenza, della nostra individualità dei nostri studi. Dal momento che non esiste un solo percorso per farlo, noi cerchiamo uno spazio che accolga sentieri diversi e dia voce alle ragazze che li percorrono, al fine di distruggere il concetto astratto di "Donna" per far emergere un insieme di identità diverse, uniche, determinate. Iniziamo ad ascoltarci: parliamo, diamo sfogo a quelle domande ritenute spinose, a quella rabbia repressa; affrontiamo quegli argomenti mai toccati, quelle strade mai attraversate perchè considerate pericolose. Contro i finti diritti e la finta protezione, facciamo valere l'autorganizzazione. Non abbiamo bisogno di nessuno se non di nuove voci, nuove storie, nuova voglia di prendersi una libertà mai conquistata fin'ora. Rimanendo ben consapevoli che le nostre rivendicazioni fanno parte di un orizzonte di lotte più ampio verso il quale intendiamo essere parte attiva, abbiamo deciso di cominciare con un confronto tra noi donne per riappropriarci di ciò che ci è stato tolto. CI RIUNIAMO ALLO SPAZIO INKIOSTRO DI FIRENZE TUTTI I MERCOLEDÌ ALLE 15:00 SIAMO LE VOSTRE SPINE NEL FIANCO
Collettivo Spine nel fianco

Ultimi post di Collettivo Spine nel fianco (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *