Report morti sul lavoro nei primi dieci mesi del 2018

Stampa l'articolo

Sono 655 i morti sui luoghi di lavoro, non sono mai stati così tanti dal 1° gennaio 2008 quando è stato aperto l’Osservatorio Indipendente di Bologna morti sul lavoro. Siamo già a più 4,45% sull’intero 2008 e a più 4,9% sull’intero 2017.  In questi ultimi 11 anni nulla è cambiato percentualmente sul numero di morti nelle varie categorie e nonostante si siano succeduti diversi governi, mai nessuno ha fatto qualcosa di concreto per cambiare le cose. Il sito dell’Osservatorio monitora in tempo reale tutti i morti per infortunio sul lavoro, compresi i non assicurati all’INAIL e i lavoratori in nero ed è visitato da diverse centinaia di persone ogni giorno, i normali cittadini sentono moltissimo queste tragedie, che però non scuotono le coscienze dei nostri governati. L’Osservatorio è nato poche settimane dopo la strage alla Thyssenkrupp di Torino ed è dedicato a quei 7 lavoratori morti in modo disumano.

A seguire la situazione delle morti sui luoghi di lavoro nelle varie province, regioni e città.

Morti sul lavoro dal 1° gennaio al 30 novembre 2018

Sono 665 i morti sui luoghi di lavoro, i morti segnalati nelle Regioni sono solo quelli sui luoghi di lavoro. Ce ne sono almeno altrettanti che muoiono sulle strade e in itinere nelle province. Non sono conteggiati neppure i morti sulle autostrade: con queste morti arriviamo già a superare i 1100 complessivi. Sono ben 89 i morti schiacciati dal trattore dalla nascita a giugno del nuovo governo, e 140 dall’inizio dell’anno. Chiediamo una Commissione Parlamentare d’inchiesta per sapere il reale numero di morti per infortuni sul lavoro in Italia che sono sempre sottostimati.

VENETO 64 Venezia (11), Belluno (5), Padova‎ (4), Rovigo (3), Treviso (15), Verona (18), Vicenza (8). Lombardia 64 Milano (13), Bergamo (7), Brescia (9), Como (5), Cremona (4), Lecco (2), Lodi (1), Mantova (10), Monza Brianza (7), Pavia (3), Sondrio (5), Varese (1)

CAMPANIA 56 Napoli (17), Avellino (5), Benevento (), Caserta (13), Salerno (19)

EMILIA ROMAGNA 52 Bologna (7), Rimini (1). Ferrara (10) Forlì Cesena (6) Modena (8) Parma (5) Ravenna (5) Reggio Emilia (3) Piacenza (5)

TOSCANA 47 Firenze (5), Arezzo (9), Grosseto (3), Livorno (4), Lucca (3), Massa Carrara (6), Pisa‎ (7), Pistoia (4), Siena (6) Prato ()

PIEMONTE 48 Torino (19), Alessandria (6), Asti (7), Biella (2), Cuneo (8), Novara (1), Verbano-Cusio-Ossola (3) Vercelli (2)

SICILIA 41 Palermo (9), Agrigento (6), Caltanissetta (3), Catania (7), Enna (3), Messina (4), Ragusa (3), Siracusa (2), Trapani‎ (3)

CALABRIA 30 Catanzaro (6), Cosenza (10), Crotone (9), Reggio Calabria (2) Vibo Valentia (3)

PUGLIA 30 Bari (5), BAT (1), Brindisi (1), Foggia (5), Lecce (7) Taranto (5)

LAZIO 29 Roma (10), Viterbo (4) Frosinone (6) Latina (6) Rieti (3)

ABRUZZO 26 L’Aquila (7), Chieti (7), Pescara (3) Teramo (8)

LIGURIA 18 Genova (11), Imperia (), La Spezia (4), Savona (3)

TRENTINO ALTO ADIGE 19 Trento (12), Bolzano (7)

SARDEGNA 13 Cagliari (3), Carbonia-Iglesias (), Medio Campidano (), Nuoro (3), Ogliastra (), Olbia-Tempio (3), Oristano (1), Sassari (3). Sulcis inglesiente (6)

MARCHE 12 Ancona (2), Macerata (3), Fermo (1), Pesaro-Urbino (), Ascoli Piceno (6)

FRIULI VENEZIA GIULIA 12 Trieste (), Gorizia (1), Pordenone (3), Udine (7)

UMBRIA 11 Perugia (6) Terni (5)

BASILICATA 8 Potenza (6) Matera (2) Molise 6 Campobasso (5), Isernia (1)

VALLE D’AOSTA(0 )

 

Report morti sul lavoro nell’intero 2017

Nel 2017 dall’inizio dell’anno al 31 dicembre i morti sui luoghi di lavoro sono stati 634, oltre 1350 con le morti per infortunio con i mezzi di trasporto. 

Dall’inizio dell’anno al 31 dicembre sono morti sui luoghi di lavoro 634 lavoratori: con i morti sulle strade e in itinere con il mezzo di trasporto, si superano i 1350 morti complessivi. La Legge Fornero ha fatto aumentare le morti sul lavoro tra gli ultrasessantenni. Anche il Jobs act per la possibilità di essere licenziati, senza appello, ma solo con un po’ di denaro, rende i lavoratori licenziabili se si oppongono a svolgere un lavoro pericoloso. Gli stranieri morti per infortunio, sono oltre il 10% dall’inizio dell’anno, sono così tutti gli anni. Il 30% dei morti sul lavoro spariscono ogni anno dalle statistiche.

Le morti verdi provocate dal trattore 

Nel 2017 sono morti schiacciati dal trattore 139 agricoltori, ma occorre aggiungerne tanti altri che sono morti per essere stati trasportati a bordo (anche bambini) o per le strade a causa di incidenti provocati da questo mezzo. Oltre 600 sono morti nell’ultima legislatura e oltre 1400 da quando dieci anni fa è stato aperto l’Osservatorio. Molte delle vittime del terremoto in Emilia erano lavoratori rimasti schiacciati per il crollo dei capannoni. Lo stesso terremoto che ha colpito l’Umbria e le Marche ha evidenziato che i capannoni industriali in Italia sono per la maggior parte a rischio sismico.

*Osservatorio indipendente di Bologna morti sul lavoro 

 

Stampa l'articolo

Also published on Medium.

The following two tabs change content below.
Carlo Soricelli
Carlo Soricelli è il curatore dell’Osservatorio Indipendente di Bologna sui morti sul lavoro
Carlo Soricelli

Ultimi post di Carlo Soricelli (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *