Charlie Hebdo, il dito e la luna

Una risposta

  1. Avatar H. Tierno ha detto:

    Charlie Hebdo
    Giornale ultra-ortodosso d’Israele elimina le donne nella foto della marcia a Parigi
    Cfr. Giornale “La Jornada”, Messico, 13/01/2015,
    in: http://www.jornada.unam.mx/ultimas/2015/01/13/diario-israeli-elimina-a-mujeres-en-foto-de-marcha-en-paris-3054.html
    *
    JE NE SUIS PAS DE CES GENS
    Io non faccio parte di questa gente
    *
    Io non faccio parte di questa gente,
    non tanto per quest’immagine dell’ebraismo estremista nella quale scompaiono le donne, una foto che comunque non è rappresentativa delle credenze religiose degli ebrei,
    e non è tanto per quest’immagine quindi, ma per quanto coloro che hanno diffuso l’originale di questa foto prima del montaggio pretendono che si senta,
    perché la foto era già indecente in se stessa, un’immagine di pretesa onnipotenza e superiorità, governanti a braccetto che presiedono la marcia quali bastioni indistruttibili di una cultura e una civiltà, la trionfante cultura capitalista neoliberale e giudeo-cristiana.
    *
    Non è giusto caricaturizzare gli ebrei con il profilo di Netanyahu,
    ma è indecente che si marci a braccetto con il genocida di Gaza.
    No Signor Hollande, No Signora Europa, No Mr. Stati Uniti,
    No signori del nazismo, del fascismo e del franchismo, della guerra e del razzismo, signori dei vecchi e nuovi imperi,
    No signori esportatori delle guerre e dell’odio, razzisti, colonialisti, schiavisti e genocidi,
    No, signori voi tutti, non tutti ‘siamo Charlie’ con la lettura che voi desiderate si faccia di queste parole,
    No signori, non facciamo parte di questa gente,
    No signori, molti siamo ancora olocausto degli ebrei, degli armeni, degli zingari, dei disabili (cavie in mano a gente come Mengele),
    siamo ancora fosse comuni in Spagna, sulle quali non è riuscito ad indagare il giudice Garzón,
    siamo ancora popolo palestinese e popolo Saharawi, che muoiono lentamente senza ottenere giustizia,
    siamo ancora popolo greco combattendo gli speculatori,
    siamo ancora migliaia di morti a Gaza,
    siamo ancora No al cinismo delle vostre guerre per il petrolio in Libia e in Iraq,
    siamo ancora Sì alla democrazia in Egitto,
    e Sì alla democrazia nei paesi arabi come il Marocco, l’Arabia Saudita, Qatar, Emirati Arabi Uniti, democrazia di cui voi non parlate mai,
    siamo ancora No al vostro mercantilismo perfino con le malattie endemiche in Africa, come l’Ebola e l’Aids,
    siamo ancora popolo messicano chiedendo per i loro scomparsi,
    e siamo ancora con il popolo cubano che resiste all’embargo criminale,
    siamo ancora No all’ingiustizia di un giudice yankee che cerca di mettere in ginocchio un intero popolo come l’argentino, con le sue sentenze che supportano i “fondi avvoltoi” degli usurai,
    siamo ancora No a chi strumentalizza anche questa marcia per continuare ad umiliare, per continuare ad schernire i popoli ai loro occhi inferiori,
    siamo ancora No a quelli che uccidono la Terra lasciando senza futuro all’intera umanità,
    affondano nel fango e pretendono che tutti si affondi con loro,
    siamo ancora Sì a quelli che non smettono di sognare che un mondo più umano e dignitoso è possibile.
    *
    Collegamento in Google+,
    in: https://plus.google.com/102710086059497798063/posts/4m2oYWgEYj8
    ***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *