Luglio col male che ti voglio…

3 risposte

  1. Avatar Roberto Renzoni ha detto:

    Caro Alessandro, se può “consolarti”, io che sto ad Empoli – storica periferia rossa fatta anticamente di tessile di medio livello, ora in mano cinese, e vetrerie ora chiuse, tranne una se non m’inganno, di Nardellate ne vedo non poche e per non soffermarmi troppo sull’aspetto Cultura il cui assessore – una donna, purtroppo – non esiste e sull’Ambiente, con strade e fossi che sono un deposito di monnezza non raccolta, te ne cito due:
    1) Carabinieri che girano al mercato (oltre ai consueti vigili urbani) che chiedono alle signore dove han preso la borsa che hanno perché l’acquisto per lo più dagli africani è proibito. Non s’avesse a dire, poveri carabinieri, che non fanno nulla…..
    2) E’ stato approvata qui dalla amministrazione di “sinistra” con il sindaco Brenda Barnini una richiesta della destra, ovvero una delibera che istituisce un volontariato “laico” di quartiere (non legato a forze dell’ordine ma che collabori con le stesse)
    onde vigilare e segnalare individui degni attenzione. Immaginati chi possano essere…..
    Ciao, Roberto

  2. Avatar Gennaro ha detto:

    Pugno di ferro, usato sui poveri, guanto di velluto per quelli che comandano.

  3. Avatar Brunello Martelli ha detto:

    come il signore del precedente commento ,noi fiorentini ancora più lontani condividiamo il tuo articolo anche nella punteggiatura.Una cosa buona almeno il nostro riesce a produrla: ci fa tanto ridere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *