Rational di Massa: la risposta concreta a chi salva le banche e affama i lavoratori

  • Tempo di lettura:3minuti
image_pdfimage_print

Da lunedì 13 marzo i lavoratori Rational di Massa presidiano l’azienda a rischio chiusura: presidiano la fabbrica perché Banca Intesa, a fronte del debito contratto con l’azienda (133 mila euro, in pratica per loro poche briciole) ha avviato un’ingiunzione di fallimento mettendo a rischio 24 posti di lavoro!

In una provincia come Massa-Carrara, il cui tasso di disoccupazione raggiunge il 16%, in pratica il peggior dato del centro nord Italia, e se si guarda ai dati della disoccupazione giovanile addirittura sfioriamo il 50%, basta fare un giro nella zona industriale fra Massa e Carrara per assistere ad uno scenario di desolazione assoluta, decine e decine di capannoni e ex fabbriche lasciate al degrado e all’abbandono, che fino a pochi anni fa erano piene di lavoratori ed erano un vanto per l’intera città. E’ inaccettabile che un colosso bancario come Banca Intesa decida come un fulmine a ciel sereno di licenziare 24 operai, soprattutto se si considera che Rational, (fabbrica metalmeccanica che produce lavatrici industriali) è una fabbrica attiva, che produce in pari con i fornitori, in pari con le commesse e addirittura con nuovi ordini in lista d’attesa.

E’ ulteriormente inaccettabile se consideriamo che i lavoratori Rational da 2 anni sono sotto contratto di solidarietà, si sono ridotti gli stipendi e il monte ore, a suon di sacrifici pur di mantenere integri tutti e 24 i posti di lavoro e mantenere in vita una delle ultime fabbriche rimaste a Massa. E’ inaccettabile che Massa sia terreno fertile per la speculazione edilizia e bancaria, basti vedere il caso Banca Italia, che da oltre 10 anni lascia all’abbandono in centro città decine di appartamenti sfitti e parcheggi vuoti in barba alle problematiche sociali della comunità.

“LE BANCHE AFFAMANO I LAVORATORI-RIAPRIAMO LE FABBRICHE” con questi slogan i lavoratori Rational, appoggiati dalla popolazione tutta, hanno quindi deciso di rispondere colpo su colpo alle mosse di Banca Intesa, da prima presidiando la fabbrica e successivamente riaprendola, ripartendo con la produzione autonomamente. L’altro ieri mattina inoltre un grosso corteo di oltre 400 persone ha sfilato per la città per ribadire a gran voce che stavolta la banca ha sbagliato bersaglio, che i lavoratori non vogliono chianare la testa!

In questi giorni inoltre i lavoratori Rational sono riusciti a creare un vero e proprio coordinamento tra gli operai in lotta della provincia! Gli operai Sanac lavatori del Pignone, Bario, Iglom, Ex Eaton, Cave, NCA (giusto per citarne alcuni) appoggiati da collettivi, comitati, sindacati e movimenti hanno marciato assieme fino in prefettura per pretendere risposte dall’amministrazione e da Banca Intesa!

La lotta degli operai Rational sta diventando un esempio per tutta la città e per tutti i lavoratori che ogni giorno subiscono il peso della crisi e dello sfruttamento in provincia. Sosteniamo questi lavoratori perchè come spesso hanno affermato in conferenza stampa “Questa volta vogliamo vincere!”

*Casa Rossa Occupata – Massa

The following two tabs change content below.

Casa Rossa Occupata - Massa

La Casa Rossa Occupata è uno spazio antagonista attivo dal 2012 che si trova sull'Aurelia, presso Montignoso (MASSA)

Ultimi post di Casa Rossa Occupata - Massa (vedi tutti)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha *