Casa Pound ci riprova

fuori-i-fasciCasa Pound ci riprova. Dopo i vani tentativi di aprire una sede a Firenze, prima in via Lorenzo il Magnifico, poi in via Sant’Anna, miseramente naufragati nella loro pochezza, ora i “fascisti del terzo millennio” vorrebbero aprire una nuova sede a Coverciano, in via Gabriele D’Annunzio 46/B.

Stiamo assistendo ad una generale recrudescenza di movimenti di estrema destra, con spiccate caratteristiche razziste e xenofobe, che cavalcano le sofferenze e le difficoltà prodotte dalla crisi economica per lucrare consensi basati sulla paura: paura del diverso, dell’immigrato che ti ruba il lavoro e la casa, del rom che chiede l’elemosina o rubacchia. Paura di chi sta un po’ peggio di te perché potrebbe levarti quel poco che ti è rimasto.

Come tutti i fascismi fanno il loro sporco lavoro per distogliere l’attenzione, e la voglia di reagire, nei confronti del grande capitale e dei centri economici e finanziari che la crisi l’hanno provocata, e che nella crisi comunque prosperano. E come tutti i fascismi, dietro alla facciata buonista dei banchetti per distribuire il pane, si trovano i soliti protagonisti di violenze, di pestaggi, i collusi con la malavita organizzata (cedi Roma), gli intolleranti con il busto del duce nella sede e il saluto a braccio teso.

Contro ogni tentativo di rialzare la testa da parte di movimenti neofascisti, è essenziale che resti alta l’attenzione in ogni quartiere, per esprimere un netto e inequivocabile

FUORI I FASCISTI DAI NOSTRI QUARTIERI

Di seguito il volantino degli abitanti di Coverciano che si sono mobilitati contro l’ipotetica apertura di Casa Pound in via D’Annunzio

casapound

 

 

 

 

C’è una novità a Coverciano: in via G.D’Annunzio 46b (tra il panificio e la banca) sta per aprire la nuova sede di “Casapound Firenze”.
Chi sono? Loro si definiscono “i fascisti del terzo millennio”, per noi sono i fascisti e basta!

Nello scorso millennio la Resistenza li ha combattuti e sconfitti. Oggi, noi abitanti dei quartieri abbiamo il compito di impedire e reprimere ogni “rigurgito fascista” che si presenti sul territorio:
– la propaganda di Casapound è razzista e xenofoba
– i loro militanti e dirigenti sono personaggi ambigui e violenti, capaci di azioni di cui la recente cronaca nera delle periferie di Roma e degli stadi di calcio ci dà grande testimonianza.
– a Firenze abbiamo conosciuto uno di loro, Gianluca Casseri, l’assassino che il 13 dicembre 2011 uccise due ragazzi che stavano lavorando in due affollati mercati della città (Dalmazia e S.Lorenzo).
– a livello internazionale sono legati con organizzazioni di estrema destra in Grecia (Alba Dorata), Spagna, Ucraina e Birmania.
Già nel 2004 Coverciano, con l’aiuto degli antifascisti della città, si è opposta all’apertura di una sede di Forza Nuova (prevista in via Duse). Ora tocca a tutti noi impedire a Casapound di venire a distruggere la serenità del nostro quartiere. Loro si presentano come “associazione il Bargello”, annunciando iniziative culturali, in realtà la loro cultura sono l’intolleranza, il razzismo e la violenza.
Invitiamo i residenti e gli antifascisti all’assemblea di quartiere, che si tiene ogni giovedì alle ore 21 presso il circolo “La Loggetta” a Varlungo, via Aretina 301.
Gli antifascisti della zona
per infol: coverciano.antifa@gmail.com facebook: NO CASAPOUND – COVERCIANO