Alluvione di Firenze 50 anni dopo: celebriamo l’auto organizzazione dal basso

A fronte del trionfalismo istituzionale utilizzato per commemorare il cinquantesimo anniversario dell’alluvione di Firenze, sentiamo la necessità di dar vita ad una contro celebrazione volta a mettere in luce le dinamiche di svendita della città innescatesi in seguito all’evento del 4 novembre 1966. Questo consente di sviluppare riflessioni sullo stato di fatto, sia dal punto di vista sociale che ambientale; inoltre è un’occasione per ribadire l’importanza di una visione integrata del territorio e delle lotte per la sua rivendicazione.
 
volantino-4-novembreLa giornata del 4 novembre 2016 sarà così strutturata:
 

CAMMINATA NEI LUOGHI SIMBOLO DELL’ALLUVIONE

dalle 15:00 alle 16:30 >>> Piazza Santa Croce, Biblioteca Nazionale, Piazza Ciompi

INTERVENTI E DIBATTITO

(ricostruzione storica degli eventi, rischio idrogeologico e pericolosità idraulica; trasformazione dell’assetto urbano di Firenze; gentrificazione e lotte urbane) dalle 17:00 alle 20:00 >>> presso La Polveriera Spazio Comune, via Santa Reparata n.12 

APERITIVO POPOLARE E MUSICA

dalle 20:00 >>> presso La Polveriera Spazio Comune, via Santa Reparata n.12
Sull’auto organizzazione dal basso nei giorni dell’alluvione segnaliamo il bel video di Sergio Canfailla e Lorenzo Giudici “Noi non siamo angeli del fango”, viaggio fra i volti anonimi, fra gli abitanti dei quartieri che, rimboccatisi letteralmente le maniche, hanno aiutato la città a rialzarsi dal fango e dal disastro provocato dall’Arno. 

Il video è tratto dal sito di Repubblica