Ex Monte dei Pegni: Firenze, città dell’accoglienza… del lusso

2 Risposte

  1. Avatar Sergio Tamborrino ha detto:

    … ma “Segui il denaro” ce lo rammentava Giovanni Falcone! Speriamo di non doverlo seguire, il denaro, in questo secondo senso!!!

  2. Avatar simone buralli ha detto:

    ” acclamati effetti positivi del turismo a Firenze siano una grande menzogna.” Lo dico da una vita, sono arrabbiato quanto voi, ma dovremmo arrabbiarci prima. Mi spiego: questa stupenda zona fiorentina (ci sono cresciuto: 1983-2000) al pari di altre era già ricca di intere parti chiuse al pubblico e in abbandono. Vendere ai signori del turismo che ne faranno hotel di lusso altrettanto chiusi al pubblico non è la soluzione, ma il probloema era già lì. Esempio : l’orrore del Four Season ha realmente sottratto un meraviglioso giardino alla cittadinanza o era già sottratto prima?
    Il problema è una politica che ha abdicato da quasi ogni suo ruolo (cito come esempio massimo il comune di CAstiglione della Pescaia che ha creato un ente esterno al Comune, di diritto privato, assegnandogli funzioni legislative), e un popolo bue che dal 1966 ritiene che la fiumana dei turisti porti ricadute positive sulla città intera e non solo su poche categorie commerciali che portano poco lavoro e poco pagato insieme a una gigantesca serie di problemi come carovita, congestionamento, gentrificazione, svilimento delle attività tradizionali in favore di botteghe anonime uguali a tutte le altre città.
    In sintesi: il problema è molto più vecchio di questo triste finale e finchè i fiorentini non lo capiscono figuriamoci se possiamo aspettarci qualcosa dalla politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *