1

Presentato a Firenze il Protocollo verso una conversione ecologica della Toscana

Venerdì 28 agosto a Firenze, al Caffè Letterario de Le Murate, è stato presentato il Protocollo di Impegno per le candidate e i candidati a Presidente della Giunta Regionale Toscana.
🔀 Promosso da molti comitati, movimenti e associazioni ambientaliste, da anni in ostinata e diffusa mobilitazione a difesa della salute, del territorio e degli ecosistemi locali e contemporaneamente portatori di proposte e pratiche concrete
nella direzione della drastica riduzione della produzione di rifiuti e di modalità gestionali rifiuti zero.

ORA LA PAROLA PASSA ALLE CANDIDATE E AI CANDIDATI.
Oggi non basta più fare retorica intorno alle catastrofi e ai drammi ambientali e sanitari che viviamo: occorre SCEGLIERE NEI FATTI DA QUALE PARTE STARE.

✔Qui il Protocollo
✔Qui il Comunicato Stampa

Lo spreco di beni e risorse non rigenerabili e la scarsità di molti materiali e materie prime in esaurimento sono una conseguenza del sistema economico dominante e del vigente modello lineare: estrarre, trasformare, consumare, smaltire.

Tenendo conto de:
– il raggiunto ‘picco’ delle fonti energetiche fossili;
– il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici;
– l’ impoverimento della biosfera e dei suoi differenti multiformi ecosistemi;
– gli effetti sempre più devastanti in campo ecologico, insediativo e sociale di tutto questo con il fondato rischio del ricorso alla guerra per il controllo delle residue risorse biotiche e materiali fondamentali
♻️ IN TOSCANA SI IMPONE CHE si dia luogo a una radicale svolta nelle politiche industriali,
agricole, rurali e di uso del territorio; una svolta che ponga al centro le logiche ecosistemiche e relazionali nella cura del territorio, dei beni e delle riserve fondamentali, della cultura e dei sistemi insediativi, avviando da subito sperimentazioni concrete di ‘economie trasformative’ sul piano ambientale e sociale, data l’ urgenza della conversione ecologica delle relazioni donna-uomo/ natura / società.
E’ appunto la Conversione Ecologica dell’ Economia e del territorio ad essere al centro del PROTOCOLLO DI IMPEGNO CHE PROPONIAMO ALLE
CANDIDATE E AI CANDIDATI ALLA PRESIDENZA DELLA GIUNTA REGIONALE TOSCANA.
Una svolta effettiva per la quale NON ABBIAMO PIU’ MOLTO TEMPO e che può essere favorita da un ‘economia circolare’ basata realmente sulla comprensione e sul rispetto dei cicli biologici e di materia-energia e volta alla estesa riduzione fino all’azzeramento delle pratiche
estrattiviste.
Per queste ragioni nel Protocollo di Impegno chiediamo
LA RIDUZIONE DRASTICA DELLA PRODUZIONE DEI RIFIUTI, FORME DI RIUTILIZZO
E DI RICICLAGGIO DUREVOLI E UNA REALE E CONSAPEVOLE PARTECIPAZIONE
DEGLI ABITANTI ALLE DECISIONI.
A partire
✳ dal blocco del PROGETTO WASTE-TO-METHANOL PROMOSSO A STAGNO (LI) DA
ENI in quanto dissipativo di risorse e in contraddizione evidente dei dettami della economia circolare basati sulla centralità del recupero di
materiali;
✳ dalla chiusura e l’abbandono entro il 2024 degli IMPIANTI DI
INCENERIMENTO E DI COINCENERIMENTO DEI RIFIUTI SENZA GRAVARE
ULTERIORMENTE SULLE DISCARICHE.
Da parte nostra RENDEREMO PUBBLICHE LE EVENTUALI ADESIONI DELLE CANDIDATE E DEI CANDIDATI FIRMATARI anche attraverso appropriate iniziative che verranno rese note in seguito.
Ma il Protocollo non è solo un “monito” rivolto a TUTTI GLI  SCHIERAMENTI POLITICI ma anche un’opportunità di atti e pratiche di azioni pubbliche e comuni per mettere al centro la cura del pianeta e la rigenerazione delle materie prime.

Nella Conferenza stampa che ha visto l’intervento di attivisti di Zero Waste Italy, del Centro di ricerca Rifiuti Zero di Capannori, di Medicina Democratica e del WWF Toscana, di comitati e associazioni ambientaliste di tutta la regione, è stata annunciata l’elaborazione in
corso di uno Schema di Piano regionale auto-prodotto dalle varie realtà, di riduzione dei rifiuti solidi urbani e anche speciali, e di abbandono della combustione dei residui, dall’ incenerimento alla gassificazione, quale momento del processo VERSO UNA CONVERSIONE ECOLOGICA IN TOSCANA.

✔Qui il Protocollo
✔Qui il Comunicato Stampa