Vota il Pizzo d’Uccello tra i “Luoghi del cuore” e salvi le Apuane

  • Tempo di lettura:3minuti
image_pdfimage_print

pizzoPer bellezza paesaggistica e rilevanza ambientale il Pizzo d’ Uccello è una delle montagne più importanti del centro Italia. La sua suggestiva parete a strapiombo per oltre 700 metri l’ha candidata ad essere una classica dell’alpinismo nonostante si stia parlando della minuta catena delle Alpi Apuane.

L’incredibile parete rocciosa è parte integrante del Circo Glaciale del Solco di Equi, il circo glaciale più basso d’ Europa; siamo in uno scenario maestoso che ricorda le più imponenti Alpi settentrionali ma da qui si sentono i profumi mediterranei e siamo in Toscana. Un luogo tempestato di grotte, di siti archeologici (area di diffusissime presenze archeologiche pre e protostoriche) e anche di preziose acque termali. Questo territorio, il “Pizzo D’ Uccello e il Circo Glaciale del Solco d’ Equi” è il luogo proposto dal movimento “Salviamo le Apuane” per il censimento 2015 dei “Luoghi del Cuore” del FAI.

>>> Scarica il Progetto Pizzo d’Uccello Apuane – FAI

Questo luogo ha bisogno di molta attenzione e tanta visibilità perché è minacciato, come tante altre parti delle Alpi Apuane, dall’escavazione industriale del marmo. Si pensi che ai piedi della parete nord della montagna ci sono ben 4 cave che minacciano irreparabilmente il fragile ecosistema di questo luogo, che è recensito tra i SIC (siti di interesse comunitario – S.I.C. Valli glaciali di Orto di Donna e Solco d’Equi, IT5120008) che fanno parte della rete “Natura 2000”. Inoltre in questo luogo di meraviglie nidifica l’ aquila reale e vivono molte specie endemiche di piante.

Votare questo luogo e fargli raggiungere una dignitosa posizione nella classifica nazionale del FAI è importantissimo perché collegato ad esso c’è un progetto di riconversione economica, realizzato per il precedente censimento del FAI (2013), che punta a riconvertire l’economia del territorio. Un progetto appoggiato e supportato dal Sindaco di Casola in Lunigiana, un sostegno istituzionale che può concretamente dar gambe a questa iniziativa.

Presentare in breve una montagna ed un luogo così importante non è facile pertanto sono tantissime le cose che mancano all’appello, ma negli allegati a questo articolo potrete trovare schede di approfondimento. Rimanendo in tema di appelli veniamo al motivo reale e concreto di questo articolo, ovvero quello di chiedere anche a te aiuto nella raccolta firme che stiamo mettendo in moto. Proprio a te che stai leggendo in questo momento. Ecco in breve come potrai aiutare questa causa.

1) Innanzitutto puoi firmare subito, facilmente e velocemente (meno di un minuto) online.

2) Diffondi tra gli amici questo appello e se puoi crea un piccolo comitato per difendere questa montagna simbolo.

Tre semplici passi che se realizzati in rete ci porteranno a creare una forte coscienza attorno al problema delle Alpi Apuane e più profondamente attorno al degrado ambientale generale. Abbiamo bisogno del tuo aiuto perché le montagne sono oggi spopolate ma sono luoghi sacri, ricchi di significati e di vita.

Il progetto del Pizzo D’ Uccello è una prima azione concreta di trasformazione che va ben oltre la denuncia perché puntiamo a costruire qualcosa che superi l’impoverimento del nostro territorio. Per questo abbiamo bisogno anche del tuo aiuto!

I montanari di Salviamo le Apuane (clicca per sostenerli su Facebook)

The following two tabs change content below.

Eros Tetti

Attivista di Salviamo le Apuane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha *