perUnaltracittà aderisce e sostiene la 3 giorni di Mondeggi Bene Comune

Monteggi1Qualcosa di importante è successo intorno e dentro Mondeggi: è nato e cresciuto in modo esponenziale un movimento che si è chiamato Comitato Mondeggi Bene Comune- Fattoria Senza Padroni che ha detto No alla vendita di Mondeggi e Sì al suo recupero e al suo uso collettivo.

Il movimento si è posto l’obbiettivo di prendere in carico l’azienda, riportarla alla sua funzione agricola e trasformarla in un bene utile alla collettività. Intende creare una fattoria basata sull’agricoltura contadina recuperando la terra e i poderi, e creando lavoro buono per i “contadini-custodi” coinvolti nel progetto. E ha già cominciato a praticare quello che è stato condiviso in numerose e affollate assemblee, lavorando la terra, prendendosi cura delle piante, organizzando momenti di condivisione e trasmissione dei saperi.

La provincia si è dimostrata sorda alle proposte avanzate da Mondeggi Bene Comune e ha anzi diffidato ufficialmente a proseguire i lavori agricoli e le attività che stanno pian piano restituendo la terra di Mondeggi a nuova fertile vita.
Ma il movimento non si è fermato. Anzi, ha rilanciato con “Mondeggi rinasce in 3 giorni!”, una 3 giorni di iniziative, dibattiti, socialità e divertimento dal 27 al 29 giugno a cui siamo tutti invitati a partecipare, per aggregare sempre nuove presenze impegnate a fermare la svendita di Mondeggi e la creazione di un presidio contadino.

In questo nostro territorio, che patisce la svendita del patrimonio pubblico e l’abuso del suolo, Mondeggi è oggi il simbolo di una nuova forma di resistenza al dominio del profitto, e insieme una proposta innovativa di gestione comunitaria di un bene, con una progettualità condivisa e la pratica di una nuova agricoltura collegata alla difesa della proprità pubblica dei semi, alle produzioni agricole locali, all’economia solidale, come si legge nella la Carta dei principi e degli intenti.

L’ impegno comune, sostenuto fin dagli esordi dalla rete nazionale Genuino Clandestino e dal comitato Terra bene comune di Firenze, e arricchito ora dalla presenza di altre soggettività e dal coinvolgimento di docenti e studiosi, si va rafforzando affinché oliveti, vigneti, pascoli, boschi, giardini, fabbricati rurali e l’antica villa rinascimentale siano sottratti alla speculazione e vengano abitati da buone pratiche di agricoltura contadina. E’ nata un’ esperienza di autogestione che si affianca a quelle sempre più diffuse di spazi abitativi e sociali. A Mondeggi si sta disegnando la mappa di un futuro migliore. Sosteniamo questa nuova comunità e il suo progetto!

Scopri nel video il grande impegno di chi anima Mondeggi Bene Comune

forse vuol dire che hai apprezzato il nostro modo di fare giornalismo.

Come sai la La Città invisibile è una rivista del tutto gratuita. Nessuno è costretto a pagare per informarsi in maniera libera e indipendente e contribuire così a diffondere una visione critica dei danni delle politiche liberiste.

Se ti piace quello che scriviamo sostieni le attività del laboratorio politico perUnaltracittà condividendo i contenuti che riterrai opportuno sui tuoi social e magari con un piccolo contributo: scopri qui come fare.

Grazie per averci letto, e buon tutto!

la redazione de La Città invisibile

Stampa il testo
The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

Il gruppo di redazione della rivista edita da perUnaltracittà

Una risposta

  1. 6 Luglio 2014

    […] il video di Alessandro De Angeli girato durante la tre giorni di Mondeggi, di cui abbiamo già diffusamente […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *