Aboca lascia la Toscana: troppi pesticidi

3 Risposte

  1. Avatar Graziella ha detto:

    E’ assurdo ed incomprensibile che per miserabili interessi economici, si debba mettere a rischio la salute di tutta la comunità e pensiamo prima di tutti ai nostri bambini.
    Mi auguro che il sig, Mercati possa rinviare tale decisione e continuare a combattere questi soggetti che incentivano la coltivazione del tabacco, soprattutto per sporchi interessi economici personali. Naturalmente anche noi cittadini dovremmo pacificamente “insorgere”.

  2. Avatar Tiziana ha detto:

    Altro che pacificamente!!!!!!! Io abito a Cerbara Città di Castello sono praticamente accerchiata da campi di tabacco la sera soprattutto si sente una puzza nell’aria di cimmice ho 2 bambini mi sono proprio stufata di non poter far respirare ai miei figli l’aria pulIta che ti offriva la campagna nonostante ci abiti !!!!!! Vi prego e soprattutto caro commendatore nonché mio datore di lavoro da una vita non si arreda lo faccia soprattutto per i nostri figli e nipoti faccia cessare questo schifoso giro d’interesse

  3. Avatar Aldo ha detto:

    Sono socio fondatore dell’Associazione per la Tutela degli Ecosistemi e della Salute Umana “ATESU” e contro i pesticidi stiamo sostenendo varie iniziative, ma la politica di sinistra a braccetto con i poteri forti è contro l’umanità, non bastano i pesticidi sui terreni, ma ci avvelenano anche nell’aria, così l’industria farmaceutica fa i suoi profitti. uniamoci tutti per far valere le nostre ragioni..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *