Servizio Fitosanitario della Regione Toscana: ecco come (non) vanno le cose

Una risposta

  1. Avatar Roberto Renzoni ha detto:

    Danno un senso di scoramento questi articoli provenienti dalla osservazione di quanto accade – e non è la sola cosa ma una catena infinita di cose – in una delle regioni “rosse” che di rosso ha solo il cognome di quello lì. Qui in periferia dove mi trovo gli alberi pubblici e privati sono rasi al suolo o trasformati in stecchini da denti: così si rafforzano e non prendono malattie….. è la tesi ricorrente. I giardini pubblici, oltre a contenere gli alberi di prima, hanno piscia e merda di cani e c. ovunque.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *