Smog, rispettare i limiti di legge europei aumenta i rischi per la salute?

3 Risposte

  1. Avatar claudio ha detto:

    Il suo curriculum spiega molto… Per esempio: lei ha mai pronunciato la parola DISCARICA? Guida un Diesel ? Usa la legna da ardere? Tutte domande civili no?

  2. Redazione Redazione ha detto:

    Caro Gherardini, grazie per la domanda retorica. La risposta è facile. le discariche vanno ovviamente eliminate, come ormai abbiamo detto e ridetto parlando di riduzione dei rifiuti e riciclo etc etc. Aggiungo, e quindi ti ringrazio doppiamente per aver sollevato l’argomento, che uno dei motivi per non volere inceneritori è che per l’appunto necessitano di conferire le ceneri in discariche.
    Per esempio, quello di Firenze a Case Passerini che tu continui a sostenere, dovrà conferire almeno 8.000 tonnellate di ceneri (fly ashes) l’anno in discarica. Una quantità di veleni che dovranno essere tombati da qualche parte e che non si esauriranno con gli anni. Piuttosto dove le tomberete queste sostanze residue e pericolose?….Via, comunque la rigiriate, che l’incenerimento dei rifiuti non sia una pratica pulita e moderna lo dovete riconoscere…e non ritirate fuori la favola della Danimarca…su quella abbiamo già scritto.

  3. Avatar Paolo Degli Antoni ha detto:

    La favola della Danimarca (e dalla Svezia) la ritiro fuori io quasi un anno dopo.
    Già in precedenza ho sostenuto di avere una sensibilità olfattiva all’inquinamento, che attibuisco a patologie di cui soffro. Questa estate ho incontrato sandinavi in ottima salute che sostengono di riconoscere al fiuto l’aria inquinata.
    A Kristiansand (NO) l’aria risulta oggi abbastanza pulita, sia come biossido d’azoto sia come polveri sottili (che nel passato industriale invece inquinavano molto). A Göteborg (SE) ci sono centrali energetiche in città, ma poco traffico (grazie ai tram), le centraline rilevano valori più elevati di protossido d’azoto, percepibili anche sensorialmente. Per questo gas Copenaghen (DK) si colloca al 72° peggior posto in Europa (Firenze Gramsci al 31°), pur avendo un traffico irrilevante; ma c’è un inceneritore in città. La ventilazione particolaremene favorevole, che alimenta parchi eolici nel mare di fronte alla città, disperde efficamente le polveri sottili; eppure non si ha quello stesso senso di aria fresca che pervade quasi tutta la Scandinavia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *