L’antifascismo non si processa – presidio il 24 ottobre a Firenze

Il 6 dicembre 2014 i fascisti di Forza Nuova avevano indetto un concentramento alle Piagge, per imporre con la loro presenza nelle strade del quartiere le loro parole d’ordine razziste, di odio e di esclusione, a due passi dal centro sociale Il Pozzo dove la comunità di Alessandro Santoro lavora faticosamente da anni nei valori della solidarietà e dell’inclusione.

Quella presenza fu contrastata e infine impedita dalla mobilitazione di Firenze Antifascista, ma il corteo spontaneo che seguì fu duramente caricato dalle forze dell’ordine, a protezione dei pochi neofascisti che comunque intendevano riaffermare la loro presenza nel quartiere.

Oltre alle consuete manganellate sono piovute denunce su 11 degli antifascisti presenti, con accuse che potrebbero determinare anni di carcere. Il prossimo 24 ottobre ci sarà l’udienza conclusiva del processo, con la probabile sentenza, e in quella data, dalla mattina, Firenze antifascista ha indetto un presidio davanti al tribunale di Firenze in viale Guidoni. Noi ci saremo, perUnaltracittà aderisce al presidio e parteciperà, perché è ancora più necessario esprimere la solidarietà nei confronti degli antifascisti coinvolti, oggi che posizioni e atti apertamente e violentemente razzisti e che esplicitamente richiamano il fascismo sono non solo tollerati, ma entrano dalla porta principale nelle stanze del potere, e conquistano con la loro demagogia e le loro menzogne sempre più spazi anche fra la popolazione.

Fomentando una drammatica guerra fra poveri, con la retorica razzista basata su odio e esclusione, fanno in realtà, come sempre, gli interessi di chi guadagna sulla ingiustizia sociale e sul crescente squilibrio nella distribuzione della ricchezza, di chi gli ultimi e i penultimi li sfrutta senza pietà e ritegno, al riparo dei loro privilegi di classe e protetti dai mazzieri col saluto romano e i fazzoletti verdi.

Oggi più che mai è necessaria la solidarietà verso chi resiste, si ribella, e viene colpito dal potere. Oggi più che mai è necessario smascherare l’inganno infame di chi vuole contrapporre i disperati che fuggono da guerre e carestie agli sfruttati di casa nostra, ai precari, ai disoccupati, tutti vittime della stessa ingiustizia.

Invitiamo tutti gli antifascisti ad esprimere la propria solidarietà con i processati per i fatti delle Piagge e ad essere presenti al presidio presso il tribunale di Firenze il prossimo 24 ottobre, dalle ore 9, in contemporanea con l’udienza conclusiva del processo.

L’ANTIFASCISMO NON SI PROCESSA!

https://www.facebook.com/events/239508593397267/ 

*perUnaltracittà, laboratorio politico

forse vuol dire che hai apprezzato il nostro modo di fare giornalismo.

Come sai la La Città invisibile è una rivista del tutto gratuita. Nessuno è costretto a pagare per informarsi in maniera libera e indipendente e contribuire così a diffondere una visione critica dei danni delle politiche liberiste.

Se ti piace quello che scriviamo sostieni le attività del laboratorio politico perUnaltracittà condividendo i contenuti che riterrai opportuno sui tuoi social e magari con un piccolo contributo: scopri qui come fare.

Grazie per averci letto, e buon tutto!

la redazione de La Città invisibile

Stampa il testo
The following two tabs change content below.
perUnaltracitta

perUnaltracitta

All'opposizione in Consiglio comunale a Firenze dal 2004 al 2014, la lista di cittadinanza perUnaltracittà è poi diventata laboratorio politico per partecipare alle vertenze sul territorio e dare voce alle realtà di movimento anche attraverso la rivista La Città invisibile.

2 risposte

  1. Avatar Roberto Renzoni ha detto:

    Commenti all’iniziativa non occorre farne. Ci sarò al presidio e spero non ci saranno le manganellate che non sono ormai solo fisiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *