Priorità alla scuola in presidio permanente

La scuola è un diritto: deve essere l’ultima a chiudere e la prima a riaprire. A cinque mesi dalla fine del lockdown le scuole sono state chiuse di nuovo: le superiori sono in didattica a distanza al 100% in tutta Italia. Nelle zone rosse la didattica a distanza colpisce anche le seconde e le terze medie. In alcune regioni si tenta di chiudere proprio tutta la scuola, compresi i servizi educativi per l’infanzia, la scuola elementare, tutta la media.
Non vogliamo rivedere un film già visto: in Italia le scuole sono state le prime a chiudere e le ultime a riaprire. Non accettiamo che si ripeta. Da aprile abbiamo lavorato perché le scuole fossero riaperte, in presenza, in continuità, in sicurezza. Non facciamo marcia indietro.
La scuola è di tutti e tutte, senza scuola non ci sono diritti: tutta la regione, tutta la città si mobiliti a difesa della scuola.

Le nostre richieste:
Per le studentesse e gli studenti delle scuole superiori sia ripristinato il diritto all’istruzione, che non consideriamo in nessun modo garantito attraverso il ricorso alla didattica a distanza.

Da subito, pubblicamente e con grande trasparenza l’amministrazione proceda – di concerto con le aziende di trasporto e con gli istituti scolastici – a pianificare le condizioni che permettano alle studentesse e agli studenti delle scuole medie e superiori di raggiungere le scuole in sicurezza, senza doversi affollare sui mezzi di trasporto.

Sia istituito un sistema di tampono e tracciamento rapido dedicato alle scuole.

Vogliamo sapere che cosa intende fare e che cosa sta facendo, la Regione Toscana per salvaguardare dalla chiusura le scuole di ogni ordine e grado, e per riaprire la didattica in presenza al 100% nelle scuole superiori, alla scadenza dell’ultimo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Questo presidio permanente è stato convocato all’assemblea pubblica di Priorità alla scuola Toscana che si è tenuta sabato 7 novembre a Firenze in piazza Santa Croce.
Vogliamo una scuola in presenza e in sicurezza perché senza scuole non ci sono diritti. Senza scuole non c’è formazione, lavoro, comunità. Senza scuola non c’è futuro.

APPUNTAMENTI:

Mercoledì 11 novembre ore 17.00
Via CAVOUR 2
Tante promesse – Non avete fatto niente
Manifestazione studentesca

Giovedì 12 novembre 9.00 -17.00
Presenza, volantinaggi, socialità al presidio

Venerdì 13 novembre ore 10.30 Via Cavour
Presidio e sciopero dei lavoratori del sociale

Sabato 14 novembre ore 10.30
Filippo Bonfante ‘L’ora di storia ci salverà dal Covid? Su manuali e studio della storia a scuola’

* Priorità alla scuola – Firenze

forse vuol dire che hai apprezzato il nostro modo di fare giornalismo.

Come sai la La Città invisibile è una rivista del tutto gratuita. Nessuno è costretto a pagare per informarsi in maniera libera e indipendente e contribuire così a diffondere una visione critica dei danni delle politiche liberiste.

Se ti piace quello che scriviamo sostieni le attività del laboratorio politico perUnaltracittà condividendo i contenuti che riterrai opportuno sui tuoi social e magari con un piccolo contributo: scopri qui come fare.

Grazie per averci letto, e buon tutto!

la redazione de La Città invisibile

Stampa il testo
The following two tabs change content below.
Redazione

Redazione

Il gruppo di redazione della rivista edita da perUnaltracittà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *