Basta abusi in divisa

  • Tempo di lettura:3minuti
image_pdfimage_print

acad-associazione-contro-abusi-in-divisa1

Nasce anche a Firenze una “sezione” dell’Associazione Contro gli Abusi in Divisa (ACAD). Dopo i purtroppo numerosi casi di abusi venuti alla luce negli ultimi anni (Aldrovandi, Uva, Ferrulli, Lonzi, solo per citarne alcuni), fino alla morte di Riccardo Magherini a Firenze poche settimane fa, e quelli probabilmente ancora più numerosi di cui non si è saputo e non si saprà niente, riteniamo fondamentale l’azione di questa associazione che fornisce aiuto alle vittime di violenza da parte di forze dell’ordine e apparati dello Stato e contribuisce a mettere la parola fine a questi inaccettabili abusi.

Il numero verde di ACAD è 800.58.86.05, la mail per contattare la sede di Firenze è acadfirenze@autistici.org e la pagina Facebook dell’associazione nazionale è www.facebook.com/AcadOnlus.

Ecco una sintetica presentazione dell’associazione, di cui seguiremo periodicamente l’attività.

ACAD è una Onlus nata dall’intenso lavoro di un gruppo di attivisti che da diversi anni si occupano di abusi commessi dalle forze dell’ordine. Tante famiglie, colpite duramente dagli abusi, non hanno accettato le versioni ufficiali e hanno intrapreso battaglie per chiedere verità e giustizia affinché questi ignobili e vergognosi atti non passassero sotto silenzio.
Il loro incolmabile dolore e il grande impegno profuso hanno permesso a tante altre persone di porsi interrogativi su quanto accaduto, hanno fatto crescere l’attenzione, hanno fatto sì che si producessero libri e documentari al fine di sensibilizzare e costruire una consapevolezza su quello che è successo e ancora potrebbe succedere ad altri.
Nonostante l’encomiabile impegno delle famiglie e dei tanti che sono stati sensibilizzati difficilmente si è riusciti a trovare giustizia nelle aule dei tribunali. Vige una sorta di immunità, troppe sono le coperture politiche che tendono a depistare con la teoria delle “poche mele marce” le richieste di giustizia e verità.
Acad nasce dalla volontà di dare sostegno alle famiglie delle vittime e a coloro che hanno subito abusi ma che non si sono dati per vinti e non hanno accettato una verità giudiziaria che già troppe volte si è dimostrata a favore di chi tenta in tutti i modi di nascondere la propria impunità dietro una divisa.
Il nostro progetto vuole essere un piccolo ma concreto impegno di lotta al fianco di chi ha subito abusi da parte delle forze dell’ordine: dal supporto legale, al divulgare e portare a conoscenza dell’accaduto, ad un numero verde di pronto intervento, perché non si ripeta ciò che è successo già troppe volte. Un numero verde attivo 24 ore su 24 da chiamare per denunciare l’accaduto e chiedere un supporto immediato.
L’associazione ACAD è antifascista e antirazzista.
Valori di libertà ed eguaglianza che vogliamo rivendicare, che animarono la Resistenza in Italia ed indispensabili oggi per contrastare fenomeni discriminatori e prevaricatori.
Il fascismo non è un opinione, la storia dovrebbe averlo insegnato a tutti.

ACAD – Associazione Contro gli Abusi in Divisa – Onlus

The following two tabs change content below.

Maurizio De Zordo

Maurizio De Zordo, architetto, attivo da anni nei movimenti fiorentini e nelle realtà dell'antifascismo militante partecipa anche al laboratorio politico perUnaltracittà ​dove si impegna in particolare, oltre che sulle tematiche legate alla repressione, sui temi della città, dell'urbanistica e del diritto alla casa.

1 commento su “Basta abusi in divisa”

  1. Siamo abituati a leggere cose brutte, gente che truffa promettendo miracoli. Sto’ perdendo le speranze x un mondo migliore, ma cio’ che ho letto sopra mi ha reso felice e di nuovo speranzoso nel vedere che ci sono persone che si uniscono per intraprendere giuste cause e in senso piu’ ampio, un mondo migliore. Grazie davvero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha *