Casapound e Jobs Act, solidarietà a chi si oppone

  • Tempo di lettura:3minuti
image_pdfimage_print

In questo numero pubblichiamo i comunicati di solidarietà per le denunce relative al presidio contro l’apertura di una sede di Casa Pound a Coverciano, e per il presidio contro l’approvazione del Jobs Act. Sono atti di intimidazione e di criminalizzazione dei movimenti sociali e antifascisti, che tendono a colpire militanti o semplici manifestanti, e sono, a tutti gli effetti, episodi di repressione e abuso.

Maurizio De Zordo, attivista di perUnaltracittà

Solidarietà agli antifascisti denunciati

Coverciano AntifascistaFirenze Antifascista esprime la massima solidarietà ai militanti dell’Assemblea Permanente Antifascista di Coverciano denunciati per manifestazione non autorizzata. Sono stati contestati loro un presidio davanti alla sede di Casapound (o come amano definirla i loschi figuri: “libreria”) e un volantinaggio che aveva coinvolto decine di abitanti proprio di quelle strade. Due manifestazioni che esprimevano tutta la rabbia e la contrarietà del quartiere alla presenza dei “fascisti del terzo millennio” mascherati da librai in via D’Annunzio.

Due manifestazioni a cui abbiamo preso parte in tanti!Come è usuale assistiamo alla criminalizzazione delle pratiche antifasciste che vengono classificate come problemi di ordine pubblico dalle istituzioni e dalle forze repressive che blindano e proteggono le sedi fasciste mentre lasciano impuniti sistematicamente fatti gravissimi a carico dei fascisti (basti ricordare l’insabbiamento delle indagini su Casseri per la strage in piazza Dalmazia).

E’ bene rammentare quanti compagni subiscono processi e repressione in questa città per il loro antifascismo praticato strada per strada e giorno per giorno. L’unico antifascismo che conosciamo e che riteniamo sempre valido contro i neofascisti e i neonazisti che cercano costantemente e da sempre di ritagliarsi un’agibilità politica e di alzare la testa. Ci sono ben 5 processi aperti a Firenze che coinvolgono decine di compagni, e tra questi 11 sono stati condannati in primo grado ad 8 mesi per i fatti di via della Scala del 2009.Non siamo qui a lagnarci della repressione ma neppure vogliamo tacerla, per essere sempre preparati ad affrontarla, e ribadiamo quanto la solidarietà sia indispensabile per non lasciare nessuno da solo.

L’antifascismo non si processa! Non un passo indietro!
Firenze Antifascista

NoJobsActComunicato assemblea No Jobs Act Firenze

Il 3 dicembre scorso, giorno del voto al senato del Jobs Act, abbiamo manifestato sotto la sede del PD in via Forlanini, contro l’ennesimo attacco ai lavoratori. In seguito a quella giornata la cosiddetta “riforma del lavoro” è stata approvata mentre tre compagni sono stati denunciati accusati di aver acceso dei fumogeni e lanciato qualche petardo durante quella manifestazione. Questa è la risposta dello Stato a chi lotta nelle strade e sui posti di lavoro, decidendo di non delegare e non abbassare la testa di fronte ai ricatti e alla repressione che il governo Renzi, in linea con i precedenti, sta portando avanti.

Solidarietà con i compagni denunciati!
Assemblea No Jobs Act – Firenze

The following two tabs change content below.

Maurizio De Zordo

Maurizio De Zordo, architetto, attivo da anni nei movimenti fiorentini e nelle realtà dell'antifascismo militante partecipa anche al laboratorio politico perUnaltracittà ​dove si impegna in particolare, oltre che sulle tematiche legate alla repressione, sui temi della città, dell'urbanistica e del diritto alla casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha *