Categoria: Mezzi e mezzucci

A cura di Massimo De Micco

La Biblioteca Nazi

Attraversando distrattamente le strisce dove la segnalazione luminosa prevale su quella dipinta, mi trovai addosso il bestione arancione. Il tempo di guardare in su e di schivare lo specchietto che mi avrebbe dato una potente scoppola e cominciai a lamentarmi: “Non arrivano … Leggi tutto

L’ingorgo

Dove una grande strada si gettava placidamente in una grande piazza, ora c’è una diga di transenne betoniere e lavori in corso: è la tramvia.

Agli automezzi resta appena lo spazio di manovra portandosi via qualche brandello di muro, agli … Leggi tutto

Sentieri interrotti

Ci sono sentieri anche in città: attraversano i giardinetti e i parchi. E’ una rete invisibile e fitta che in certe zone collinari disegna addirittura una dorsale lunga e variegata di essenze e di esperienze. Percorrerli richiede bel tempo, pazienza … Leggi tutto

Il prezzo da pagare

Ricordate le Repubbliche marinare? Sussidiario di quarta elementare, pagina venti: allora in Europa c’era una miriade di Repubbliche marinare ma il libro elencava solo quelle italiane e neanche tutte: Venezia, Genova e Amalfi. E Pisa! Pisa era un gioiellino di marmo … Leggi tutto

La rospa

C’è un mezzo che ingombra le nostre strade di cui non si parla mai, la ruspa.

Chiamo ruspa ogni cingolato atto a demolire, scavare, rivoltare, poco m’importa come lo chiamano dal cartolaio quando te lo vendono miniaturizzato in metallo pressofuso. … Leggi tutto

Fedeli alla linea!

Lieto di inaugurare una rubrica dedicata a quelli che impropriamente si definiscono mezzi di trasporto perché si sono trasformati da mezzi in fini, come sa chi segue le vicende di ferrovie, tramvie e aeroporti, comincerò con il resoconto di una … Leggi tutto