Opificio delle Pietre Dure, addio!

6 Risposte

  1. Avatar Armando Ginesi ha detto:

    E’ un omicidio culturale di una gravità inaudita. Ma è anche un suicidio nazionale di un Paese che, come un bambino della favola del “Pifferaio magico”, si avvia incosciente e contando verso l’inesorabile destino di affogare nel mare o di precipitare nel precipizio senza fondo. Ma i politici nostrani sanno che cos’è l’Opificio delle Pietre Dure? O l’hanno scambiato per una bocciofila?

  2. Avatar Salvatore Costa ha detto:

    Caro Matteo (Renzi),
    c’ e’ ancora molto da fare. Una eccellenza straordinaria, proprio nella tua citta’, come l’ Opificio delle Pietre Dure, a cui accorrono studenti perfino dal Giappone, rischia di scomparire, mentre ancora si vedono sprechi incredibili in giro per l’ Italia. Uno per tutti, esemplare: la Regione Sicilia ha un fondo per l’ “abbigliamento” degli autisti delle auto di rappresentanza: 4 abiti blu, due invernali e due estivi, 10 camicie bianche, non so quante calze blu, per ogni autista. Ma – incredibile – non sono “divise” e gli autisti non hanno l’ obbligo di indossarli in servizio! La Regione paga un “buono vestiario” per il valore dei capi suddetti a un negozio convenzionato ma gli autisti vanno a comprarsi li’ quello che vogliono per un importo equivalente o anche se comprano quelli possono indossarli se e quando gli pare, magari per il matrimonio della cugina!
    Mi pare che un dirottamento di questi fondi, se non di altri, verso l’Opificio sarebbe fa imporre domani mattina.

  3. Avatar Riccardo ha detto:

    La cultura e l’arte non dovrebbe essere il volano della ripresa? Ma la prendono sempre a pedate

  4. Avatar Giuseppe Vicino ha detto:

    vergogna assoluta!!!

  5. Avatar LUCIANA ha detto:

    Era il lontano 1988 ed il problema veniva già manifestato.
    E’ una questione molto politica, e ci vuole tanta voglia di fare.
    Noi facciamo quello che possiamo nel nostro ambito, ma è certo che in Italia la- Cultura- non -paga-. Questo è il più grande gap da risolvere. Finché non si trova un sistema per il quale i politici possano speculare sulla cultura, rimarremo ghetto. Verrà istituita un eroina (con formazione da parrucchiera) che con una grande manovra di due colpi di spazzola darà nuova luce alle pietre dure proponendo lo smacchiafacile.
    (cfr.Venaria Reale)
    Col cuore, dal cuore della cultura….la nostra Italia.
    UFFA

  6. Avatar alessandro bartolozzi ha detto:

    grave!!!!
    ma la raccolta firme dov’è?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *