Tagliatelle di ortica

È una pianta infestante e provoca fastidiosissimi pruriti ed eritemi ma si può prendere per il suo verso e sappiamo che Viene usata non solo in cucina dai tempi di Greci e Romani; germogli e foglie ancora tenere si raccolgono in primavera, prima della fioritura e state sereni, la cottura distrugge i peli urticanti.

L’ortica contiene una quantità significante di minerali, come calcio, ferro e potassio, vitamine (vitamina A, vitamina C), proteine e amminoacidi, per cui ottima per diete vegetariane.

Le foglie e i germogli si usano nei risotti, nei minestroni, nelle frittate e nelle frittelle; torte salate e ripieni per ravioli. Il sapore è notevole e ricambia la girata in campagna con guanti, forbici e sacchetti o panieri. Una volta a casa, togliete germogli e foglie dallo stelo e lavateli in acqua fredda. Lessate in acqua a bollore, scolate e strizzate.

urtica_dioicaPer una generosa dose (6 persone)

6 uova

400 gr di farina bianca 0

200 gr. Di farina grano duro

200 gr di ortica lessata e tritata

1 cucchiaio di olio extra vergine

Semola x la spianatoia.

Si impastano tutti gli ingredienti insieme, se volete frullare l’ortica con il cutter, usate 2 delle 6 uova per aiutarvi, ma in questo modo l’ortica diventerà una pappa e la tagliatelle di ortica di campo, ragout di verdure di Lina Poli.mp4.00_00_41_28.Immagine004consistenza della pasta completamente diversa. Vi consiglio perciò il passa verdure con il disco con i buchi grossi o in alternativa un buon coltello. Ottenuta una palla elastica, la farete riposare in frigo per un’oretta, avvolta nella pellicola. Tiratela a mano o con la macchina per la pasta, ricavandone strisce non troppo sottili. Farle asciugare per 10 minuti e poi tagliatele lasciandole ancora sulla spianatoia leggermente infarinata a “tirare”. A questo punto mettete sul fuoco la pentola per la pasta e…….

P.S. Ottime con il ragout di verdure, olio ed erbette aromatiche. Importante è scegliere un condimento che accompagni e non sovrasti il sapore dell’ortica.

*Barbara Zattoni, Insegnante di Cucina, chef a domicilio, modista

forse vuol dire che hai apprezzato il nostro modo di fare giornalismo.

Come sai la La Città invisibile è una rivista del tutto gratuita. Nessuno è costretto a pagare per informarsi in maniera libera e indipendente e contribuire così a diffondere una visione critica dei danni delle politiche liberiste.

Se ti piace quello che scriviamo sostieni le attività del laboratorio politico perUnaltracittà condividendo i contenuti che riterrai opportuno sui tuoi social e magari con un piccolo contributo: scopri qui come fare.

Grazie per averci letto, e buon tutto!

la redazione de La Città invisibile

Stampa l\'articolo
The following two tabs change content below.
Barbara Zattoni

Barbara Zattoni

"Cheffa" del Ristorante Pane e Vino, autrice di libri di cucina e altro (La cucina del riuso - Il libro dei dolci) e modista. Ha collaborato con perUnaltracittà al ciclo d'incontri "Europa tossica". Attualmente insegnante di cucina a Cordon Blue e chef a domicilio. Il suo sito internet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *