Giunta Nardella, tra concentrazione di poteri e qualche conflitto di interesse

Una risposta

  1. Avatar Paolo Degli Antoni ha detto:

    L’accoppiata urbanistica-ambiente sarebbe rassicurante in uno scenario ispirato al rapporto “I limiti dello sviluppo” 1972. Nel nostro caso, invece, è la concretizzazione dell’ossimorica teoria esplicitata nel convegno PD 2008: “L’ambientalismo del fare”. Con l’aggiunta del turismo, la delega a Cecilia del Re diviene estrattivista al massimo grado

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *