Online il libro “Le Mafie in Toscana. Criminalità organizzata e infiltrazioni”. Scaricalo gratuitamente

È online il nuovo libro edito da perUnaltracittà, questa volta dedicato alle mafie. Si tratta dell’ebook “Le Mafie in Toscana. Criminalità organizzata e infiltrazioni” scritto da Grazia Corica e Rosa Di Gioia, analiste dei fenomeni mafiosi che si dipanano nella nostra regione, e non solo, e autrici della rubrica “Parliamo di Mafie” sulla rivista La Città invisibile, sempre edita da perUnaltracittà. Il testo è disponibile nei formati pdf, epub e mobi.

Le analisi sulle presenze criminali in Toscana tratteggiano un’immagine ben lontana da quella delle altre regioni del centro-nord. Secondo le ricostruzioni delle agenzie di contrasto, l’area appare potenzialmente permeabile, grazie al relativo benessere che la caratterizza, ma non appartenente alle «terre di mafia».

La realtà appare tuttavia complessa e articolata: un’analisi diacronica, un focus su alcune aree della regione e sui diversi tipi di presenze mostrano come taluni elementi di contesto possano favorire l’infiltrazione in specifici settori economici.

In questo lavoro sono presentati i cambiamenti registrati nel corso del tempo, dal periodo antecedente alla strage di Via dei Georgofili, nel 1993, fino ad arrivare ai giorni nostri. Sono tematizzate le attività dei gruppi e le modalità con cui questi gravitano sul territorio toscano, con uno sguardo anche alle presenze straniere, le rappresentazioni veicolate dai media e le principali operazioni di contrasto. Le fonti di riferimento sono materiali giudiziari, interviste a testimoni qualificati − quali magistrati, rappresentanti delle forze dell’ordine, studiosi − e un’ampia rassegna stampa dagli anni novanta in poi. L’intento non è tanto riportare in maniera esaustiva i fatti emersi da un punto di vista giudiziario, ma presentare alcuni esempi per mostrare come determinati fattori possano influire sulle infiltrazioni mafiose.

Giovedì 22 aprile alle 18.30 Scoprifuoco, l’appuntamento in diretta di perUnaltracittà, sarà dedicato alle due autrici che presenteranno il libro insieme a Vittorio Mete, docente di sociologia all’Università di Firenze.


Graziana Corica ha conseguito il dottorato in Sociologia presso il Dipartimento di Scienze Politiche e sociali dell’Università di Firenze, dove collabora con attività di ricerca. Ha svolto attività di inchiesta sui processi espansivi delle mafie in aree non tradizionali, in riferimento alla quale ha pubblicato Affari di camorra in Toscana. Il mercato degli stracci tra Prato ed Ercolano (con R. Di Gioia), in Mafie del Nord. Strategie criminali e contesti locali, a cura di R. Sciarrone, Donzelli, 2014.

Rosa Di Gioia è metodologa della Ricerca Sociale e attualmente lavora presso l’INDIRE (Istituto Nazionale Documentazione Innovazione Ricerca Educativa) come Esperta di Monitoraggio. Presso l’Istituto degli Innocenti e l’Università di Firenze ha lavorato su varie ricerche, attraversando diversi temi. Sul tema delle mafie ha pubblicato Affari di camorra in Toscana. Il mercato degli stracci tra Prato ed Ercolano (con G. Corica), in Mafie del Nord. Strategie criminali e contesti locali, a cura di R. Sciarrone, Donzelli, 2014.

forse vuol dire che hai apprezzato il nostro modo di fare giornalismo.

Come sai la La Città invisibile è una rivista del tutto gratuita. Nessuno è costretto a pagare per informarsi in maniera libera e indipendente e contribuire così a diffondere una visione critica dei danni delle politiche liberiste.

Se ti piace quello che scriviamo sostieni le attività del laboratorio politico perUnaltracittà condividendo i contenuti che riterrai opportuno sui tuoi social e magari con un piccolo contributo: scopri qui come fare.

Grazie per averci letto, e buon tutto!

la redazione de La Città invisibile

Stampa il testo

Also published on Medium.

The following two tabs change content below.

Redazione

Il gruppo di redazione della rivista edita da perUnaltracittà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *