Salvini a Firenze: l’Isolotto non si Lega!

  • Tempo di lettura:2minuti
image_pdfimage_print

Ottima stamattina accoglienza per il ministro dell’Interno. L’Isolotto splendeva di striscioni antirazzisti, fatti ieri sera insieme ai ragazzi del quartiere. “L’isolotto non si Lega”; “La paura e l’insicurezza svaniscono in un quartiere coeso, inclusivo e solidale”. “No al razzismo”. “Siete solo dei riciclati”.

Qualcuno di questi striscioni è già stato rimosso: già da ieri sera le forze dell’ordine erano nervosissime. In piazza dei Tigli sono arrivati in 12 poliziotti, più due macchine della Digos, a intimidire, identificare, inventarsi strane regole per cui non si potrebbero attaccare striscioni ai balconi, strappare pezzi di stoffa. Ci piacerebbe vedere la stessa efficacia nel reprimere le irregolarità che si verificano contro i lavoratori nel mondo degli appalti o contro il traffico di eroina, che sta letteralmente inondando il nostro quartiere.

Basterebbe scavare più a fondo per capire tanta protervia: il centrodestra e la Lega a Firenze sono rappresentati da Ubaldo Bocci, dirigente di una società di brokers arricchitasi con la privatizzazione della previdenza, i famosi fondi pensione ai quali centrosinistra e centrodestra, in ossequio alle regole della finanza, hanno provato a destinare TFR e pensioni. Bocci proviene anche da quel mondo cattolico che si è arricchito sotto Renzi e Nardella grazie agli appalti vinti all’interno dei servizi esternalizzati, dagli asili nido alle case di cura.

Ecco perchè cotanta celerità contro quattro striscioni: la Lega e il centrodestra a Firenze rappresentano un pezzo di città che è già al potere, che si è arricchito anche sotto il sistema PD, che ha già avuto il suo bel pezzo di torta. E ora si inventa il razzismo per continuare a fare affari sulla pelle dei fiorentini.

Altro che cambiamento, siete solo dei riciclati.

*Potere al Popolo-Firenze

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha *