Dietro la strage dell’Esselunga. La storia di un bene demaniale alienato nel racconto di Ornella De Zordo

  • Tempo di lettura:1minuto
image_pdfimage_print

L’intervento di Ornella De Zordo, consigliera comunale di opposizione di sinistra dal 2004 al 2014, all’assemblea “Vivere di lavoro – Morire di lavoro” organizzata dall’associazione 11 Agosto.

Ornella De Zordo ricostruisce le fasi e individua i responsabili politici che hanno permesso l’alienazione di un bene demaniale a favore dell’impresa privata Esselunga. Là dove i cittadini chiedono da sempre la realizzazione di un parco oggi c’è il cantiere dove hanno trovato la morte Bouzekri Rachimi, Luigi Coclite, Mohamed Toukabri, Mohamed El Farhane e Taoufik Haidar. 

Leggi anche “Esselunga all’ex Panificio. Una storia di cementificazione, di mala urbanistica e di sfruttamento dei lavoratori”.

 

The following two tabs change content below.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *