Una città social(ista) nella società capitalista?

  • Tempo di lettura:1minuto
image_pdfimage_print

Libera Università Ipazia & Il Giardino dei Ciliegi al Giardino dei Ciliegi – via dell’Agnolo, 5 Firenze

Sabato 14 maggio 2022 ore 15,30

Una città social(ista) nella società capitalista?

con

Aldo Ceccoli: Andare verso a partire da.

Giancarlo Storto: Nella città pubblica si riducono le diseguaglianze e si contrasta la rendita.

Federica Castelli e Serena Olcuire: Città femministe, spazi urbani e. desiderio.

Marvi Maggio: Conoscenza, partecipazione e libertà.

Coordina Luciana Brandi

Se la città da sempre è forma di una condizione sociale, come riprogettare un intervento pubblico e collettivo capace di contrastare l’economia di mercato che non assicura l’inclusione e il riconoscimento di tutt* e di ciascun*?

La città è spazio di desiderio per le soggettività incarnate che la ricreano incessantemente con le loro relazioni e attraversamenti. Perciò l’importanza di una partecipazione pubblica fra giustizia sociale e libertà, e di una rappresentanza che non può mai essere pensata come conclusa. Rileggiamo la città nel suo legame con la violenza strutturale ma anche come spazio di immaginazione e creazione di senso collettivi.

Entra nella riunione in Zoom
https://us02web.zoom.us/j/82526791459?pwd=SHoxRTMrWjZwdTZPWGJ2ZS9aVG5PQT09

ID riunione: 825 2679 1459
Passcode: 468560


Also published on Medium.

The following two tabs change content below.

Redazione

Il gruppo di redazione della rivista edita da perUnaltracittà

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha *