Urbanistica resistente: il sommario del libro

Pubblichiamo il sommario del libro collettivo: Urbanistica resistente nella Firenze neoliberista: perUnaltracittà 2004-2014, a cura di Ilaria Agostini, Aión, Firenze, 2016

I. IL QUADRO

Un’altra idea di città, introduzione di Ilaria Agostini 

Un caso nazionale, Paolo Berdini 

II. IL LAVORO DI OPPOSIZIONE

Dal Palazzo alla città, e ritorno, Ornella De Zordo

Urbanistica in Consiglio comunale, Maurizio Da Re

Comunicare il pensiero critico, Cristiano Lucchi

III. LE VICENDE

Piani neoliberisti, Ilaria Agostini

La città in svendita, Maurizio De Zordo

La città storica, Daniele Vannetiello

Castello e la Piana, Antonio Fiorentino

IV. LE GRANDI OPERE

Sottoattraversamento e mobilità, Alberto Ziparo

No Tunnel Tav, Tiziano Cardosi

V. IPOTESI URBANE

La forma e il progetto della città, Roberto Budini Gattai

La città/paesaggio, Giorgio Pizziolo

Postfazione, Gruppo urbanistica perUnaltracittà

forse vuol dire che hai apprezzato il nostro modo di fare giornalismo.

Come sai la La Città invisibile è una rivista del tutto gratuita. Nessuno è costretto a pagare per informarsi in maniera libera e indipendente e contribuire così a diffondere una visione critica dei danni delle politiche liberiste.

Se ti piace quello che scriviamo sostieni le attività del laboratorio politico perUnaltracittà condividendo i contenuti che riterrai opportuno sui tuoi social e magari con un piccolo contributo: scopri qui come fare.

Grazie per averci letto, e buon tutto!

la redazione de La Città invisibile

Stampa il testo
The following two tabs change content below.

Urbanistica Puc

Il gruppo urbanistica perUnaltracittà porta avanti, da anni, una riflessione generale e collettiva sulla forma della città, sul destino dei contenitori storici e delle aree industriali dismesse, sui luoghi della socialità, sul disegno di possibili relazioni ecologiche e antropologiche da riscoprire e riattivare. Mette in campo una resistenza fondata sulla riappropriazione creativa degli strumenti analitici e critici, sulle pratiche urbanistiche condivise e sulle relazioni sociali; resistenza costruita collettivamente attraverso incontri pubblici, manifestazioni cittadine, elaborazione allargata e partecipata di progetti sperimentali e di testi specifici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Captcha *