Autore: Gilberto Pierazzuoli

Infatuazioni digitali

Per una critica del capitalismo digitale, X parte

“Secondo ciò quando sorga una controversia, non ci sarà più necessità di discussione tra due filosofi di quella che c’è tra due calcolatori. Sarà sufficiente prendere una penna, sedersi al tavolo e Leggi tutto

eBook in divenire

Ci sono Storie che si evolvono o involvono a una velocità tale che nessun libro riuscirà a fotografare, a darne cioè una versione che possa essere attuale. C’è per esempio la pandemia virale da Covid 19, con i suoi risvolti … Leggi tutto

La smart city è una città ostile

Per una critica del capitalismo digitale VII parte

Siamo talmente immersi nel mondo risultante dall’avere fatte proprie le idee illuministe, positiviste, legate al progresso e alla esaltazione della tecnoscienza, che siamo disposti a delegare molte delle nostre scelte alla macchina. … Leggi tutto

L’amore ai tempi del Coronavirus

Per una critica del capitalismo digitale – V parte

«La macchina costringe noi contemporanei a funzionare come pezzi di macchina», diceva Gunter Anders (p. 79). Il lavoro cognitivo, da cui dipende la capacità di innovazione, viene sussunto al capitale, … Leggi tutto

I limiti dell’ubbidienza

Per una critica del capitalismo digitale – IV parte

 

L’esistenza ai tempi delle epidemie si fa più introversa, ma non per la mancanza delle relazioni, non per mancanza dell’altro, che pure pesano, ma per il fatto di dover ripensarsi … Leggi tutto

Che cos’è il potere?

«Il potere non deve prendere la forma di una costrizione. […]. Più il potere è forte, più agisce silenziosamente. Se deve fare espresso riferimento a se stesso, risulta già indebolito».

Ma, per ottenere questi risultati non deve agire nel senso … Leggi tutto

Il capitalismo della sorveglianza

Il futuro dell’umanità nell’era dei nuovi poteri.

Inevitabilità. Il motto dell’esposizione universale di Chicago del 1933 recita: “La scienza trova, l’industria applica, l’uomo si adatta”. E segna la fiducia incontrastata sulla capacità della scienza di produrre progresso nella certezza … Leggi tutto

La città pornografica

Per Antonin Artaud la libertà poteva essere un corpo senza organi. Un corpo libero da ogni funzionalità, bisogno e dovere. Libero dalla tirannia di dover ripetere all’infinito i flussi concatenati che obbligano il corpo ad assumere posture; ad essere … Leggi tutto

Il piacere che manca

Secondo l’autore, nelle società contemporanee manca il piacere. D’altra parte è anche perfettamente cosciente del fatto che ci troviamo completamente immersi nella società dell’edonismo, ma quello che ci manca è un piacere che non è il languido scioglimento di una … Leggi tutto

La collina delle farfalle

Una storia di farfalle, una cittadina sugli Appalachi (una delle zone più depresse degli Stati Uniti, recita wikipedia), Tennessee. Sullo sfondo i problemi della globalizzazione e quelli dei cambiamenti climatici, e la gente. Bianchi americani impoveriti. Ma non incarogniti. La … Leggi tutto