Elezioni a Firenze, perUnaltracittà sostiene Potere al Popolo: ecco i candidati e le candidate da scrivere sulla scheda

  • Tempo di lettura:4minuti
image_pdfimage_print

Ci sono molti motivi per cui il laboratorio politico perUnaltracittà sostiene fin dalla sua nascita Potere al Popolo e partecipa alla sua azione sul territorio.

C’è una consonanza di fondo che lega l’esperienza fatta a Firenze come lista di cittadinanza di opposizione in Palazzo Vecchio, con Ornella De Zordo consigliera, e in seguito come laboratorio, sempre in chiave convintamente antiliberista e alternativa al moderatismo consociativista che ha portato al disastro politico e sociale attuale, e un soggetto politico che nasce proprio rivendicando la necessaria radicalità, per aggregare energie, rilanciare le lotte, fare mutualismo, ricompattare un blocco sociale che ha perso fiducia nella cosiddetta sinistra. Un soggetto che vede protagonista una nuova generazione a cui da subito abbiamo guardato con fiducia e simpatia.

E allora, vista la scadenza elettorale a cui Potere al Popolo partecipa sostenendo la candidatura di Antonella Bundu, senza sopravvalutare i meccanismi di rappresentanza di cui conosciamo bene i limiti, ma ritenendo che questa può essere, deve essere, anche un’occasione per aprire spazi di dibattito e di proposte alternative all’esistente, ecco che abbiamo pensato di contribuire all’impegno collettivo in modo concreto. E otto attivisti/e di perUnaltracittà si sono resi disponibili a candidarsi, trovando una continuità tra l’impegno da anni speso nel nostro laboratorio e il progetto di Potere al Popolo.

Chi ci ha seguito nel corso degli anni nella nostra azione a Firenze, e continua a seguirci come laboratorio politico, può trovare nelle candidature di Potere al Popolo per consiglio comunale e quartieri un ulteriore strumento di azione, sapendo bene come sia fondamentale che il momento elettorale, e anche la presenza nei consigli, sia funzionale al ruolo di attivisti nelle realtà politiche e sociali sul territorio. E’ quello che abbiamo fatto come perUnaltracittà nei dieci anni di opposizione e di mobilitazioni a fianco delle lotte, è quello che convintamente vogliamo confermare in questa nuova esperienza.

Ricordiamo che per il Comune – oltre alla scelta della candidata sindaca – ciascuno/a può scrivere sulla scheda elettorale due nomi, rigorosamente di sesso diverso. E che ritroverete anche nei quartieri la possibilità di sceglierli.

perUnaltracittà – laboratorio politico Firenze


Ecco chi sono i candidati e le candidate, cliccando sul nome scoprirete le loro motivazioni alla candidatura:

Francesca Conti

Giornalista pubblicista e precaria nella pubblica amministrazione, è attiva in perUnaltracittà fin dalla sua nascita nel 2004, direttrice responsabile de La città invisibile. Impegnata nelle attività dello Spazio InKiostro contro le logiche di speculazione e di rendita che soffocano il tessuto della città. E’ capolista per Potere al Popolo in Comune.

Ilaria Agostini

Docente di urbanistica, attiva nel “Gruppo urbanistica PUC” – nostro collettivo di analisi, ricerca e azione nella città – e nella Redazione de La Città invisibile. Contribuisce in modo essenziale all’elaborazione di originali strumenti analitici e critici, per costruire prospettive antagoniste e popolari, resistenti e controprogettuali.

Roberto Budini Gattai

Architetto e urbanista, già docente di Urbanistica alla Facoltà di Architettura di Firenze, ha contribuito, tra i molti contributi critici offerti all’interno del gruppo Urbanistica, allo studio dell’attraversamento di Firenze della linea Alta Velocità, da cui ha origine il progetto alternativo per una stazione A.V. in superficie, pubblicato in Tav sotto Firenze (Alinea, 2011).

Tiziano Cardosi

Ex ferroviere, da anni attivo sia nel comitato No Tunnel Tav che in perUnaltracittà, si è concentrato soprattutto sulle grandi infrastrutture inutili che si stanno accumulando a Firenze, collegando la loro scelta alla crisi del modello di sistema.

Enrica Capussotti

Si occupa di questioni legate al genere e al razzismo, ponendole al centro del suo percorso di studio, ricerca e lavoro. Su questi temi ha portato un contributo essenziale all’attività di perUnaltracittà.

Gian Luca Garetti

Medico, convinto che si debbano connettere le lotte sociali e quelle ambientali, coi suoi contributi critici mostra che quanto più ci si trova in fondo alla scala delle disuguaglianze tanto più si subiscono gli effetti negativi dei vari tipi di inquinamento.

Gilberto Pierazzuoli

Insegnante, scrittore, pensatore critico, ha arricchito l’esperienza del nostro laboratorio con i suoi contributi sui meccanismi politici dell’oppressione e i movimenti antagonisti che la contrastano. Animatore della sezione di recensioni Kill Billy de La Città invisibile; la sua ultima pubblicazione è l’ebook Il comune e il capitale, edizioni perUnaltracittà.

Barbara Zattoni

Cheffa per cui la cucina è Politica, per molto tempo ha espresso il suo impegno nel progetto di un posto dove, con altri, ha cercato di contrastare un tessuto urbano e una cultura imperante poco umana e sfilacciata. E lo ha fatto anche dentro il laboratorio perUnaltracittà.

The following two tabs change content below.

perUnaltracittà

All'opposizione in Consiglio comunale a Firenze dal 2004 al 2014, la lista di cittadinanza perUnaltracittà è poi diventata laboratorio politico per partecipare alle vertenze sul territorio e dare voce alle realtà di movimento anche attraverso la rivista La Città invisibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Captcha *